La ritirata di Russia

9.00

di Stefano Gambarotto
ISBN: 978-88-6643-673-7

Descrizione

Una marcia senza fine dal Don a Nikolajewka

Un volume che vuole ricordare i tragici avvenimenti accaduti ai nostri soldati in Russia durante la Seconda guerra mondiale. Un’autentica odissea nella steppa, fatta di gelo, fame e morte.
L’11 dicembre 1942, i russi iniziano a saggiare la resistenza delle posizioni italiane sul Don. L’attacco principale colpirà un punto preciso del nostro schieramento, quello occupato dalle divisioni «Cosseria» e «Ravenna». Gli italiani hanno poco meno di 600 cannoni, un centinaio dei quali risalenti alla Prima guerra mondiale. La seconda battaglia del Don inizia il 16 dicembre ma la sproporzione delle forze in campo è tale da segnarne in breve tempo le sorti. Contro la «Cosseria» e la «Ravenna» vengono lanciate all’assalto dieci divisioni di fucilieri, tredici brigate corazzate, quattro brigate di fucilieri motorizzate e due reggimenti corazzati autonomi. Nel tratto di fronte dove hanno previsto di sfondare, i sovietici godono di una superiorità schiacciante. 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “La ritirata di Russia”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ti potrebbe interessare…

----