Le ferite della città – Treviso sotto i bombardamenti aerei della Grande Guerra

5.80

-15%

Descrizione

La storia dei bombardamenti aerei subiti da Treviso durante la Grande Guerra è sconosciuta ai più. Eppure i velivoli austriaci e tedeschi attaccarono la città 32 volte tra il 1916 e il 1918,  sganciando oltre 1.500 bombe, molte delle quali di grosso calibro. Il numero delle vittime fu contenuto perché, dopo la rotta di Caporetto, il capoluogo della Marca era stato in gran parte evacuato. Durante il bombardamento che avvenne nella notte tra il 18 e il 19 febbraio 1918, dentro le mura non erano rimaste più di 50 persone. I tragici fatti di Caporetto trasformarono Treviso nella città più vicina al fronte dei combattimenti. Gli austriaci, impiegando cannoni di grosso calibro, in grado di scagliare i loro proiettili a decine di chilometri di distanza, erano in grado di colpire il centro urbano anche facendo fuoco dalla linea del Piave. Ai danni causati dai bombardieri si aggiunsero così anche quelli provicati dall’artiglieria. Alla fine del conflitto si contarono oltre 200 stabili distrutti o gravemente danneggiati. Altri 1.200 avevano accusato danni più lievi.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Le ferite della città – Treviso sotto i bombardamenti aerei della Grande Guerra”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Ti potrebbe interessare…