Italia buongustaia

8.80

di Claudio Nobbio
ISBN: 9788866433057

Descrizione

La cucina italiana è troppo varia, troppo diversa da regione a regione, da città a città, e se è vero che Garibaldi ha fatto l’unità d’Italia, nessun cuoco è riuscito a fare l’unità della cucina d’Italia. Ogni regione, ogni città, quartiere, alle volte, famiglia, ha le sue ricette, il suo modo di cucinare. Negli antichi palazzi esistono ancora i quaderni della Nobildonna di casa. Oggi quando si assume uno chef gli si chiede: dimmi cosa sai cucinare e di lì si scrivono i menu. Un tempo si dava allo chef il quaderno con le ricette scritte e gli si diceva cosa si mangiava il lunedì, il martedì e via di seguito. Oggi la cucina è diventata creativa. Varianti sul tema della tradizione. È un bene che ci sia stata una rivoluzione e un poco di innovazione. La porzione di pasta non è più 120 grammi, ma da 70 a 90, a seconda di chi siede a tavola, e via di seguito. Resta però il fatto che la cucina italiana è la cucina del luogo dove ci si trova.
L’Italia è uno stivale allungato da nord a sud. Mare, pianura, montagna, laghi. Troppo diverso ogni luogo dall’altro. E allora cosa resta da fare? Raccogliere i ricettari di ogni regione, scegliere le migliori ricette e tenersi pronti a portare in tavola non solo i piatti del nostro “dove”, ma anche quelli dell’“altrove”. È un atto di fiducia e anche di desiderio di codificare la tradizione che mi ha spinto a proporre di editare, tra le nostre iniziative, non solo gastronomiche ma culturali, le ricette principali delle varie località d’Italia.
Un giro gastronomico non solo virtuale alla ricerca di gusti a volte dimenticati, a volte nascosti. Claudio Nobbio nelle sue avventure anche televisive intorno alla tavola, ha avuto modo di raccogliere le ricette più significative della nostra cucina nazionale.

Claudio Nobbio, una vita nel mondo dell’hotellerie e dell’ospitalità. Sua una tavola per beneficenza di sei chilometri in centro Firenze durante un solstizio d’estate. Autore del “Manuale delle attività di ristorazione” per Tecniche Nuove. Col suo sosia Federico Fazzuoli, nella trasmissione “Linea Verde” di Rai 1, portò per la prima volta la tavola in TV che oggi ha tanto, troppo seguito. Di chef ce ne sono tanti, ma cuochi sono rimasti in pochi, usa dire. Direttore responsabile dell’house organ dell’ADA, Associazione Direttori d’Albergo di cui è anche presidente onorario. Da oltre vent’anni a Venezia divide il suo tempo con Sanremo, città d’origine, Firenze, San Francisco per la libreria City Lights di Ferlinghetti con cui ha pubblicato “Fighting Lizards”, poesie illustrate da Karel Appel, e Roma dove sta preparando una non guida della città “Roman Holidays, la ragazza di piazza Margana”.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Italia buongustaia”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

----